Luglio 2015 - Giardino di casa Biasi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diario del giardino > 2015


Luglio 2015

"C'est tout sec!"

Così ci disse una signora, alcuni anni fa in Borgogna.
Eravamo in vacanza, Nico ed io, e visitando la Borgogna e lo Champagne seguendo un itinerario costellato da giardini molto interessanti e che erano stati classificati come "les jardins remarquables", dopo aver percorso parecchi chilometri alla ricerca di un giardino che veniva indicato come molto interessante per le "vivaces" , come i francesi chiamano le piante erbacee perenni, "Le jardin du Zéphyr", suonando il campanello davanti ad un cancello chiuso che riportava l'intestazione del sito, ricevemmo questa risposta, senza nessuna possibilità di replica.
Ecco, anche per noi sarebbe molto più semplice concludere il diario del mese con 3 parole: E' tutto secco!
Se l'anno scorso eravamo stanchi di freddo e pioggia, ma avevamo dei fiori e delle piante rigogliosissime ed il tappeto erboso era così verde da fare invidia ai sudditi di Elisabetta, quest'anno, il tanto atteso anticiclone delle Azzorre ci ha regalato giornate stupende, calde (anche troppo) e siccità.
Abbiamo corso tutto il mese portando acqua, aprendo rubinetti di gocciolatoi, guardando preoccupati le foglie delle camelie scottate dal sole, i cespugli fioriferi con le foglie appassite e continuando a seguire le previsioni del tempo sperando nell'acqua ma sollevati quando qualche fenomeno atmosferico così violento (trombe d'aria, grandinate..) ci aveva risparmiato. Meglio la siccità.
Nico, che è ormai la memoria storica della nostra generazione, ricorda periodicamente i suoi trascorsi da chierichetto quando veniva portata in giro la Madonna per la festa di san Rocco ( 16 agosto) per intercedere contro la siccità.
E allora aspettiamo....

Cecilia


Nonostante la siccità abbiamo delle belle fioriture:


 
                               Pesina di Caprino Veronese
Torna ai contenuti | Torna al menu