Giugno 2014 - Giardino di casa Biasi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diario del giardino > 2014

GIUGNO 2014

"CARPE DIEM quam minimum credula postero".
Credo dovrò far mia la frase celebre di una delle Odi di Orazio per quanto riguarda il giardino.
Questa notte abbiamo temuto molto per la sua sopravvivenza: un bel temporale, con grandine, per fortuna di piccole dimensioni, ha flagellato la nostra zona,portando un notevole scompiglio, ma per fortuna non danni irreparabili ( qualche vaso rovesciato, foglie sparse, cespugli scomposti... soprattutto le ortensie sono risultate piuttosto spettinate e la Annabelle, con i fiori di 20 centimetri di diametro ha l'aspetto un po' sconfortato ma nulla che in qualche giorno di cura, canne di bambu' sapientemente occultate per raddrizzarne i  rami, non si possa sistemare.)
E Orazio? il mio proposito per quanto riguarda il giardino, per i prossimi mesi, sarà quello di fotografare in continuazione il più possibile, in modo di preservare il ricordo contro le calamità naturali.
Ripensando al mese devo ricordare la serata del 7 durante la quale, oltre ad aver inaugurato ufficialmente le visite , abbiamo avuto modo di presentare il volumetto di acquerelli sul nostro giardino dipinti da Milvia Seidita e per i quali Nico ed io abbiamo scelto delle frasi di persone più o meno famose, ma tutte amanti del Verde, che ci sembravano adatte all'uopo.
(se qualcuno fosse interessato all'acquisto dell'opuscolo, puo' richiedercelo)
Un'altra novità da segnalare è l'acquisizione del marchio del Baldo da parte della nostra associazione  (amici del giardino di casa Biasi).
Dopo l'ubriacatura di profumi e colori determinata dalla fioritura delle rose botaniche prosegue lo sbocciare di rose rifiorenti (dove la Pierre de Ronsard e la Sourire d'Orchidée dettano il passo), di Hydrangee (ortensie), echinacee, perowskie,hibiscus,agapanthus,clematis,oleandri.

Cecilia


 
                               Pesina di Caprino Veronese
Torna ai contenuti | Torna al menu